Partnership

Etichette e cantine

Strutturare solide partnership è un impegno per noi. Avere accesso privilegiato a possibili game changer per i tuoi investimenti, è un compito che ci poniamo giornalmente. E che giornalmente rispettiamo.

Seña: Un grande vino all’Aconcagua

Storia

Seña nasce dalla collaborazione (e dall’intuizione) di Eduardo Chadwick (presidente di Viña Errázuriz) e Robert Mondavi (vera e propria stella in ambito enologico, noto per aver rivelato al mondo le straordinarie potenzialità della Napa Valley in California). Iniziata nel 1995, l’obiettivo di questa collaborazione era creare il primo vino iconico del Cile. La storia ha dato loro ragione. La fama di Seña è infatti cresciuta molto rapidamente grazie a diverse degustazioni alla cieca, in particolare la nota “Berlin Tasting” del 2004, in cui il vino cileno, insieme al Viñedo Chadwick, si è classificato davanti a importanti vini di Bordeaux e Toscana. 

Terroir

Il vigneto di Seña si trova nella splendida Valle dell’Aconcagua, a circa 40 km dall’oceano Pacifico, su terreni ghiaiosi e vulcanici. Dal 2005, il vigneto viene coltivato secondo i principi biodinamici

Caratteristiche

Seña è un blend di uve bordolesi, con una predominanza di Cabernet Sauvignon, seguito da Carménère, Malbec, Petit Verdot e Cabernet Franc. 

Riconoscimenti e premi

Il vino ha ricevuto numerosi riconoscimenti e premi nel corso degli anni, inclusi punteggi molto alti da parte dei critici, l’ingresso nella prestigiosa “Place de Bordeaux” nel 2011 e il titolo “Decanter Hall of Fame” assegnato a Eduardo Chadwick nel 2018 per il suo contributo alla storia del vino cileno e internazionale. 

Vuoi investire nei migliori vini di pregio, con l’aiuto di uno dei massimi esperti internazionali?

Effettua scelte consapevoli.

Rocca Frassinello: Una joint venture italo-francese

Storia

Il progetto Rocca di Frassinello nasce con l’idea di replicare il modello di eccellenza di Castellare di Castellina in un nuovo territorio nella Maremma, tra Bolgheri e Scansano. La joint venture italo-francese tra Castellare e Domaines Barons de Rothschild Lafite ha dato vita al primo progetto del genere, unendo l’esperienza di Castellare nella coltivazione e vinificazione del Sangioveto toscano e quella di Lafite sui vitigni classici francesi (Cabernet, Merlot, Petit Verdot, Shiraz). La realizzazione del progetto, che comprende cinque poderi su 500 ettari, di cui circa 90 ettari sono oggi piantumati a vigneto, è stata impreziosita dalla firma dell’architetto Renzo Piano per la cantina di Rocca di Frassinello. 

Terroir

Ci troviamo tra Bolgheri e Scansano, in una zona della Maremma compresa nei comuni di Gavorrano e di Roccastrada. Quest’area geologicamente favorevole presenta terreni simili a quelli delle famose zone del Chianti e di Montalcino, ma con una temperatura media più alta (tra i 4 e i 6 °C) che permette una maturazione anticipata delle uve. 

Caratteristiche

Rocca di Frassinello produce 6 rossi, due bianchi e una grappa. I bianchi includono Vermentino (un vino fresco, armonioso e minerale) e Rocca di Frassinello Bianco (un grand cru dal sorso pieno e setoso, di grande persistenza, in grado di affinare a lungo in bottiglia dopo aver trascorso 10 mesi sui lieviti). I rossi sono Poggio alla Guardia Vigne Alte (un blend rosso di personalità, decisamente beverino e che non affina in barrique ), Ornello, Le Sughere di Frassinello (vino dai tannini morbidi e rotondi con un finale lungo e avvolgente), Rocca di Frassinello, Rocca di Frassinello San Germano e Baffonero (la punta d diamante dell’azienda, considerato quasi all’unanimità uno dei più grandi Merlot al mondo).

Riconoscimenti e premi

Si tratta di una delle più belle cantine al mondo progettata da Renzo Piano che ha pensato ad una struttura leggera, dal basso impatto ambientale, puntando sulla funzionalità. Una presenza discreta e poetica che, secondo le stesse parole di Piano, non è un monumento a se stesso, ma un edificio in grado di uniformarsi al paesaggio senza sconvolgerlo.

Poderi Gianni Gagliardo

Storia

La storia di Gianni Gagliardo ha radici profonde nel cuore del Piemonte, dove sin dalla metà del 1800 la Famiglia Colla coltivava vigne. Dopo la scomparsa di Paolo Colla nel 1981, Gianni prese le redini della cantina che assunse il suo nome, ereditando la tradizione di famiglia. Nel 1984, con spirito innovatore, Gianni creò il Metodo Classico Gagliardo Brut. Nel 2003, iniziarono le prove di vinificazione dei Cru aziendali, analizzando le qualità di ogni collina e vinificando in modo ottimale. Nel 2010, Paolo, il terzo figlio, entrò in azienda dopo gli studi in Agraria e si concentrò sull’accoglienza turistica. Dieci anni dopo l’inizio delle prove, nel 2013, uscirono i primi due Cru aziendali: Barolo Lazzarito Vigna Preve 2013 e Barolo Castelletto 2013. 

Terroir e caratteristiche

Barolo

Il vigneto di Seña si trova nella splendida Valle dell’Aconcagua, a circa 40 km dall’oceano Pacifico, su terreni ghiaiosi e vulcanici. Dal 2005, il vigneto viene coltivato secondo i principi biodinamici. 

Langa

Le Langhe godono di una posizione privilegiata tra le maestose Alpi e gli Appennini che contribuisce a conferire all’area un clima temperato continentale. Questo, unito alle caratteristiche delle Terre Bianche e alla peculiare conformazione delle colline, dà vita a vini di forte carattere, ampiamente riconosciuti a livello internazionale. 

Riconoscimenti

Il vino ha ricevuto numerosi riconoscimenti e premi nel corso degli anni, inclusi punteggi molto alti da parte dei critici, l’ingresso nella prestigiosa “Place de Bordeaux” nel 2011 e il titolo “Decanter Hall of Fame” assegnato a Eduardo Chadwick nel 2018 per il suo contributo alla storia del vino cileno e internazionale. 

L’ignoranza è forse una benedizione, ma la conoscenza è potere.

Lo sai che il mondo dei vini rari è in continua evoluzione?
Non perderti nemmeno mezza opportunità di investimento.

Iscriviti ora e ogni 10 giorni riceverai:

it_ITIT