F.A.Q.

Un help center sempre a tua disposizione

In questa sezione diamo riscontro alle domande più frequenti, quelle che nell’ultimo decennio ci siamo sentiti porre da investitori, consulenti e curiosi.  Qui troverai alcune risposte ma, se davvero vuoi farti un’idea precisa di come e perché investire in vino e di quali sono i benefici che questi asset alternativi possono apportare al tuo patrimonio, ti consigliamo di prenotare una consulenza con uno dei nostri manager specializzati. Otterrai una soluzione che calza a pennello con le tue esigenze specifiche.

senza impegno, decidi tu quando

L’investimento enoico

I vini da investimento sono vini pregiati, prodotti in quantità ultra limitate (stiamo parlando di circa l’1% della produzione mondiale totale) e considerati, dati i trend degli ultimi 30 anni e la loro non correlazione con i mercati azionari, dei veri e propri beni rifugio cui tutti gli investitori con un patrimonio da tutelare dovrebbero rivolgersi. Di questi investimenti alternativi ne parliamo in maniera più rigorosa e puntuale qui.

Come potrai scoprire più approfonditamente in questa sezione, il vino da investimento è considerato un asset alternativo e, più precisamente, un safe haven asset perché è completamente decorrelato dalle dinamiche dei mercati finanziari tradizionali, perché è in costante crescita da oltre 30 anni e ha superato indenne crisi finanziarie, pandemie, crolli dei mercati, recessioni e via discorrendo. Inoltre permette, in media, un guadagno del 10/12% annuo e consente quindi di mettere al riparo il proprio patrimonio senza dover affrontare i rischi di mercati molto più volatili e incerti.

Nella pagina vini da investimento ti abbiamo fornito una panoramica abbastanza esaustiva su cosa siano i fine wines e quali siano le caratteristiche che rendono un vino da investimento una scelta indispensabile per coloro che vogliano rivolgersi ad asset alternativi. I fattori da tenere in considerazione sono molteplici: produzione limitata, zona di origine e terroir, cantine, pedigree e storia delle stesse, annata (link alla pagina Vini da investimento, anchor al paragrafo I VINI DA INVESTIMENTO SONO IRRIPETIBILI: L’ANNATA, valutazione dei critici internazionali, liquidità, track record e molto altro ancora. Solo con il supporto di un esperto è possibile districarsi agevolmente tra tutti questi elementi e trarre il massimo beneficio da questi asset alternativi, capaci di fungere da veri e propri beni rifugio.

Strategie, rischi e opportunità

Il nostro team, guidato da Daniel Carnio, è sul mercato dei vini da oltre un decennio. Negli anni abbiamo appurato che il guadagno medio annuale di un vino da investimento è di circa il 10/12%. I rendimenti sono generalmente stabili ma è sul lungo periodo che si segnalano le migliori prestazioni.

Trattandosi di un investimento (per quanto ragionevolmente sicuro e a bassissimo rischio) può accadere anche che il rendimento possa essere negativo. Solo attraverso una corretta strategia è tuttavia possibile costruire un portafoglio differenziato che sfrutti diversi mercati e diverse etichette in maniera tale da poter compensare eventuali défaillance di alcune bottiglie e registrare costantemente un segno positivo nei propri investimenti enoici.

Generalmente noi consigliamo una quota d’ingresso che si attesti sui 10.000€. Non è possibile testare il mercato con un piccolo investimento come 1/2000€, poiché tale cifra non consentirebbe ai nostri portfolio analyst di preparare una strategia sufficientemente diversificata da andare a compensare le performance che differenti vini possono avere nel corso degli anni. Lo scopo di Daniel Carnio ltd è quello di ottimizzare il tuo investimento in maniera tale da permetterti di massimizzare i profitti. La nostra esperienza decennale ci permette di affermare che una buona soglia è dunque quella di 10.000€. Siamo comunque aperti a qualsiasi tipo di ragionamento, fatte salve le raccomandazioni di cui sopra.

I rischi dell’investimento in vini da collezione, come detto più volte, sono davvero limitati. Certo, nessun investimento è l’Eldorado o conduce alla Gerusalemme Celeste, luogo eterno di salvezza. Abbiamo spiegato molto bene le cose qui, ma possiamo riassumerle in breve: il rischio maggiore che si può correre è quello di non conoscere a fondo il mercato e, quindi, di acquistare a prezzi troppo elevati. Per il resto si può stare abbastanza sereni; essendo quello dei fine wines un mercato decorrelato, formato da asset alternativi al mercato tradizionale, si può affermare che il fattore principale che lo regola è quello della domanda e dell’offerta.

Se teniamo in considerazione che, negli ultimi 30 anni, il mercato è sempre cresciuto con un impennata del +200% solo negli ultimi 10, possiamo capire quanto remunerativi siano, sul lungo periodo, questi asset. Certo, ci sono anche casi di contraffazione, ma è sempre e solo attraverso l’aiuto di un occhio allenato e competente che si possono evitare le truffe. Con Daniel Carnio ltd non hai a disposizione solo un team specializzato in ambito finanziario, ma anche la guida di uno dei massimi esperti internazionali di vini da collezione.

Ci sono svariate opportunità offerte dal mondo dei vini da investimento. C’è, per esempio, il periodo degli “en primeur”, termine francese che possiamo tradurre con “futures del vino”. Si tratta di una modalità alternativa d’acquisto di vini e millesimati, i quali vengono comprati quando sono ancora in affinamento nelle barriques, fornendo così ai clienti l’opportunità di investire in un vino giovane e valutato positivamente dai critici, prima che questo maturi e venga immesso nel mercato. Un vino acquisito “en primeur”, una volta imbottigliato e rilasciato, sarà sottoposto a un secondo giudizio da parte dei critici, i quali potranno confermare o aumentare il punteggio datogli durante il primo assaggio in barrique. In questo modo è possibile che il prezzo finale aumenti notevolmente.

Tuttavia, è importante ricordare che l’acquisto “en primeur” richiede cautela e deve essere effettuato sotto la guida esperta di un professionista. Il nostro team sarà lieto di assisterti in questa particolare modalità d’investimento.

Un’altra possibilità è quella di sfruttare la deregolamentazione del mercato di cui abbiamo parlato qui. Approfittare in maniera oculata di questo aspetto è, sicuramente, un’enorme opportunità perché consente di fare leva sulle asimmetrie di prezzo tra una piazza e l’altra.

Esistono poi i vini “ex-château”, ovvero bottiglie che provengono direttamente dal produttore. L’acquisto di vini “ex-château” ne garantisce la conservazione in perfette condizioni all’interno delle cantine del produttore stesso, fino al momento dell’acquisto. In questo modo, i vini possono anche acquisire maggior valore, giovando all’investimento, poiché i collezionisti sono spesso disposti a pagare di più per bottiglie di provenienza tracciata e garantita.

Un’altra modalità di acquisizione di vini rari è quella denominata “in bond” e riguarda asset che sono, al momento dell’acquisto, stoccati in un magazzino doganale.

Questa scelta garantisce la certezza delle condizioni di conservazione delle bottiglie, le quali potranno godere anche di un track record sicuro che ne certifichi la storia e i vari passaggi di proprietà.

L’acquisto di vini “in bond” può anche semplificare il processo di investimento, in quanto le bottiglie possono essere trasferite da una proprietà all’altra senza uscire fisicamente dal magazzino, evitando così l’IVA o i dazi doganali. Questi sono solo alcuni esempi delle occasioni che si possono cogliere conoscendo a fondo ambiente e dinamiche dei vini da collezione.

Non esiste un portafoglio standard. Se così fosse tutte le nostre parole su una strategia cucita su misura sulle tue esigenze sarebbero aria fritta.

I pacchetti sono costruiti sempre dopo un approfondito colloquio con te. Le decisioni vengono prese di concerto e le scelte fatte sulla base di fattori oggettivi e soggettivi. Se proprio vuoi delle indicazioni di metodo, in questa sede, possiamo dirti che per portafogli più piccoli è possibile concentrarsi su vini europei (soprattutto italiani, spagnoli e francesi) mentre per investimenti più cospicui USA, Cina e Chile sono delle opzioni da vagliare con particolare oculatezza.

Conoscere il vino o essere sommelier non è assolutamente uguale a essere esperti nel mercato dei vini da investimento, per questo consigliamo sempre di affidarsi ai nostri manager con i quali è possibile confrontarsi e capire le motivazioni di ogni suggerimento.

Come ti abbiamo spiegato qui, la liquidazione è uno dei punti di forza di Daniel Carnio ltd. Grazie a una rete distributiva molto ampia, siamo in grado di fornirti una exit strategy con conseguente saldo della tua collezione nel momento del massimo picco finanziario della stessa. L’iter è molto semplice. Ti contattiamo e ti chiediamo se possiamo procede alla vendita il vino. A questo punto lo spostiamo nel magazzino del compratore, il quale pagherà per le bottiglie acquisite.

Molto spesso siamo noi a ricomprare il vino rendendo il processo molto più facile per il cliente. Anche in questo caso il processo è del tutto chiaro e trasparente: riceverai un documento di brokeraggio da controfirmare che certifica la vendita e concorda il prezzo e i termini.

TEMPISTICHE DI LIQUIDAZIONE: Cerchiamo di essere il più rapidi possibile, ma non possiamo fornirti una tempistica standard, perché tutto dipende dall’entità del portfolio.

Come illustrato più volte in diverse sezioni di questo sito, il vino ha un mercato non correlato con le dinamiche finanziarie tradizionali e globali e sicuramente non è influenzato da un conflitto bellico che, in questo momento, comprende due paesi di poca importanza nel mercato dei fine wines.

Investimento, modalità e costi di amministrazione

Abbiamo analizzato nel dettaglio come funziona l’investimento in vino con Daniel Carnio ltd in questo paragrafo. In breve, comunque, il procedimento è molto semplice. Una volta incontrato il nostro portfolio manager a te dedicato e definiti volume dell’investimento e linea guida secondo i parametri stabiliti sulla base delle tue necessità, ti verrà proposta una selezione di vini da uno dei nostri manager.

Discuteremo della strategia e ti metteremo nelle condizioni di prendere scelte consapevoli e informate. Accettata e confermata la strategia ti verrà recapitato un contratto trasparente, chiaro e senza clausole nascoste. Dovrai semplicemente firmarlo (sfruttiamo la piattaforma Docusign, sicura e crittografata) ed entro tre giorni lavorativi sarai tenuto a eseguire il pagamento.

Quando avremo ricevuto il bonifico ti invieremo conferma e procederemo al trasferimento dei vini nel tuo account che può essere indipendente o, gestito da noi (opzione che suggeriamo caldamente). A questo punto sei è già un investitore a tutti gli effetti. Ovviamente riceverai regolare fattura e un certificato di proprietà NFT che ti darà tutte le garanzie riguardo al possesso della collezione e all’impossibilità di contraffazione dello stesso.

Assolutamente si. Tutto quello che facciamo è in previsione della massimizzazione dei profitti. Ogni 6 mesi ti forniamo un report aggiornato e, con frequenza regolare, informazioni dettagliate sul mondo dei vini da investimento. Questo ti permetterà di capire in maniera chiara cosa succede nell’ambiente e di decidere in modo consapevole cosa fare della tua collezione: potrai scegliere se farti liquidare o reinvestire in base alle tue necessità. Sei tu il proprietario del vino e puoi farne ciò che vuoi, cosi come dei profitti derivanti dalla sua vendita. Siamo molto flessibili, sia in aumento che in diminuzione.

Ovviamente ti forniremo una consulenza ogni volta che lo vorrai. Va ricordato che il mercato del vino è abbastanza lento e spesso risulta inutile movimentare bottiglie troppo velocemente.

Sì, è possibile, ma a una condizione: se il portafoglio viene gestito direttamente dal nostro team e non hai bisogno di un tuo magazzino fiscale indipendente possiamo tenere nei nostri record un account multiplo. Se, al contrario, preferisci un account tuo personale, il processo è più complesso. Personalmente ti consigliamo di lasciare a noi la gestione poiché siamo in grado di garantirti maggiore flessibilità.

L’acquisto del vino sarà corredato, oltre che dal certificato di proprietà NFT da regolare fattura da parte nostra. Potrai effettuare il pagamento tramite bonifico sul nostro Conto Corrente.

Per quanto riguarda il magazzino fiscale, la fatturazione da parte della struttura avverrà esclusivamente se deciderai di aprire un tuo account personale. Nel caso in cui tu ti affidassi alla nostra azienda anche per questo aspetto, il servizio è offerto gratuitamente da noi.

Molto semplice: Acquisto / vendita vino

Tutto si può fare, le bottiglie sono tue e puoi disporne come desideri. Noi però preferiamo farti sapere esattamente come stanno le cose.

Le spese di spedizione sono molto alte e comprendono sdoganamenti e rimesse internazionali. Inoltre non è mai conveniente aprire una cassa in quanto questa, di necessità, perde di valore. Per quello che riguarda la conservazione a casa non è assolutamente consigliabile, anche in condizioni controllate (che comunque non saranno mai tali e quali a quelle garantite dai nostri magazzini) poiché si andrebbe a pagare l’IVA e si precluderebbe la possibilità di attuare una exit strategy internazionale in paesi con una tassazione differente.

Puoi decidere di appoggiarti a Daniel Carnio ltd esclusivamente in qualità di intermediario. In questo caso manterrai la titolarità dei rapporti economici e il futuro compratore ti pagherà personalmente. Per quanto riguarda i fornitori è importante sottolineare che molti di essi non trattano con il cliente finale e, se lo fanno, utilizzano un listino prezzi differente e di gran lunga maggiorato rispetto a quello di cui possiamo godere noi, in quanto azienda del settore.

Ricorda inoltre che, nel caso di cantine italiane, dovrai acquistare il vino con l’aggiunta dell’imposta sul valore aggiunto (IVA). Noi, considerando il fatto che abbiamo sede a Londra, possiamo godere di un’agevolazione e comprare le bottiglie senza dover pagare questa accisa, non dovuta in caso di export.

Ti forniamo qualche dato: abbiamo un’esperienza nel settore decennale e comprovata; Daniel Carnio ha fondato due delle più importanti realtà di investimento in ambito enoico a livello europeo, prima di iniziare l’avventura con il suo brand personale, con il quale ha voluto fornire ai suoi clienti un’esperienza più dinamica e innovativa rispetto alle realtà già esistenti.

Basta una semplice ricerca Google per scoprirne i pregressi e l’expertise maturata negli anni. La società ha sede a Londra (13 Hanover Square, Mayfair, London, England, W1S 1HN), snodo centrale, storico e consolidato del mercato dei Fine Wines.

Daniel Carnio ltd è inoltre una società di intermediazione che non possiede in alcun modo i tuoi beni, ma ti supporta nell’ambito strategico, di acquisizione e di gestione degli asset.

Le bottiglie, infatti, sono tue e la proprietà è certificata da un documento NFT sicuro e impossibile da contraffare. Se anche Daniel Carnio ltd dovesse chiudere i battenti, il vino resterebbe in tuo totale possesso e i tuoi interessi non verrebbero in alcun modo intaccati.

Sicurezza e conservazione

L’importanza dei magazzini fiscali per la conservazione la maturazione dei vini da investimento l’abbiamo illustrata in questo paragrafo quindi ti rimandiamo al link per ulteriori approfondimenti.

Quello che è importante che tu sappia è che lavoriamo con i migliori magazzini fiscali in Europa. Stiamo parlando del London City Bond e del Genèva Freeport, entrambe strutture ideate per essere sicure come fortezze e monitorate in maniera tale da rispettare tre cruciali caratteristiche: mantenere una temperatura media attorno ai 14°C, un’umidità che non superi il 60-65% e un’esposizione alla luce e al movimento minima.

Grazie all’importante funzione di questi magazzini fiscali anche i futuri acquirenti avranno un’ulteriore garanzia sulla qualità della conservazione del prodotto e saranno più propensi a completare la transazione.

Ciò non toglie che potrai decidere tu, a tuo piacimento, di spostare la tua collezione dove preferisci, assumendoti personalmente i rischi connessi ad una scorretta conservazione. Normalmente i vini sono gestiti attraverso il nostro account presso questi due magazzini. In tal caso non sarai sottoposto a costi ulteriori. Se sceglierai di avere un tuo account personale, il costo sarà di circa 1,5€ a bottiglia, da calcolarsi annualmente.

Certo. Al fine di fornire un servizio più completo al cliente, Daniel Carnio Ltd offre una copertura assicurativa integrale.

La nostra polizza tutela il vino dal momento in cui lascia la cantina, durante il suo trasporto, fino alla permanenza nei locali dedicati all’interno del magazzino fiscale. In questo modo, tutti i potenziali fattori di rischio vengono presi in considerazione.

Grazie allo stretto rapporto con McDonald Group, importante società scozzese di assicurazioni e pianificazione finanziaria, possiamo garantire la copertura assicurativa del prodotto a pieno valore di mercato: in questo modo il cliente è certo che il prodotto si troverà in condizioni perfette al momento della vendita. La valutazione si basa sul valore di Liv-Ex e altre piattaforme simili, avendo esse un’autorevolezza comprovata in termini di indici di mercato.

L’assicurazione copre danni accidentali, furto, disastri naturali e via discorrendo. Abbiamo detto che assicuriamo le bottiglie a prezzo di mercato, ma lo facciamo anche a valore di sostituzione. Che cosa significa?

Se le bottiglie vengono acquistate dal produttore e portate direttamente nei nostri magazzini fiscali, il loro valore sarà più alto rispetto a una bottiglia che, nello stesso arco di tempo, è stata rivenduta più volte, venendo spostata da un magazzino all’altro, perché, seppur conservata in condizioni ottimali e spostata con logistica specializzata, il vino non può comunque godere delle medesime condizioni del nostro, che ha effettuato un solo viaggio, dal produttore al magazzino. Il nostro assicuratore, in quel caso, copre quello che è il prezzo di mercato a valore di sostituzione al momento dell’eventuale sinistro.

Non è una domanda ironica: ce la sentiamo porre più volte. Ovviamente è declinata in diverse maniere quali: e se scoppia una bomba? E se salta in aria tutto? E se fanno un attentato al magazzino dove conservo la mia collezione? E se scoppia un incendio o si verifica un terremoto e va tutto distrutto?

Nessun problema! Abbiamo un’assicurazione al prezzo corrente di mercato e per un valore di sostituzione alle stesse condizioni garantendo nessuna perdita. Per maggiori informazioni vedi la FAQ precedente.

Ogni qual volta acquisisci una o più bottiglie queste vengono certificate dalla nostra società che acquista solo da partner scelti. Un’ulteriore prova di garanzia è anche il fatto che, quando vorrai liquidarle, saremo noi a riacquistarle, per poi rivenderle a commercianti, distributori e ristoratori.

In ogni caso ogni movimentazione è tracciata. La nostra società garantisce che il prodotto consegnato al magazzino fiscale sia quello dichiarato nel contratto e, in caso di stoccaggio presso i nostri magazzini, siamo noi a rispondere attraverso l’assicurazione che ti tutela, garantendo copertura totale da ogni punto di vista. Inoltre i nostri certificati NFT attestano l’autenticità della tua collezione.

Un NFT è un Non-Fungible Token, ovvero – letteralmente – un gettone non riproducibile. Esso è, in soldoni – un token che rappresenta a tutti gli effetti l’atto di proprietà di un determinato bene.

La differenza fra un certificato PDF ed uno su formato NFT sta tutto in 3 parole: tracciabilità, inalterabilità e l’autenticità.

Qualsiasi dato scritto su Blockchain, infatti, non può essere alterato in alcun modo da alcuno, compreso il proprietario. Una volta pubblicato un certificato NFT, il detentore ha la sicurezza di essere l’unico proprietario e di avere in mano un asset digitale che non può essere influenzato da eventi esterni. Gli NFT potranno poi essere venduti sui principali marketplace con compatibilità eth/matic: OpenSea, Rarible, SuperRare.

Questa è una domanda che ci viene posta spesso. Diciamo che, in generale, un vino da investimento, se acquistato per fruttare un guadagno, non verrà bevuto da chi investe, ma solo dal consumatore finale. In questo senso, dunque, la problematica non sussiste.

Tuttavia, nel caso in cui tu voglia goderti comunque qualche bottiglia della tua collezione e decida di berla e, nel raro caso in cui proprio quell’esemplare sappia di tappo, risponderemo noi sostituendo la bottiglia (dopo aver contattato il produttore), senza costi per il nostro cliente.

Molto semplice: il vino rientra nel compendio ereditario; è quindi gestito secondo testamento e non è soggetto a tassazione per gli eredi.

Hai altre domande? Parlane direttamente con i nostri esperti.

è gratis

L’ignoranza è forse una benedizione, ma la conoscenza è potere.

Lo sai che il mondo dei vini rari è in continua evoluzione?
Non perderti nemmeno mezza opportunità di investimento.

Iscriviti ora e ogni 10 giorni riceverai:

it_ITIT